mercoledì 7 settembre 2011

Torta Zuccherata delle Simili

Pazzesco. Il mio compagno mi rimprovera di non cucinare più! lo stesso compagno che mi ha sempre rotto le scatole perché la domenica mattina era tutto un frullare, impastare, infornare etc. etc.
Potete biasimarmi? ormai ho una panza enorme e qui a Bologna (ma credo un po' in tutta Italia) ha fatto un caldo insopportabile...figuriamoci se mi mettevo ad accendere il forno (che tra l'altro ci mette un sacco per scaldarsi, qualcuno sa dirmi perché?!?)!
insomma ieri però è arrivato finalmente un po' di freschino e allora mi è subito venuta voglia di un dolcetto da colazione. Mi è capitato tra le mani il libro delle sorelle Simili, "Pane e Roba Dolce" e, dopo un rapidissimo controllo degli ingredienti, mi sono messa all'opera!
Ovviamente, come sempre quando si tratta delle ricette delle Simili anche questa Torta Zuccherata è stata un successone. Si tratta di una sorta di danubio dolce, ma di consistenza più leggera, almeno così mi è parso. Questi paninetti sono meravigliosi con un velo di marmellata (ma ci sarebbe stata proprio bene una buona crema di nocciole spalmabile...) ancor meglio se divisi in due e leggermente tostati.
Ecco la ricetta:

per il lievitino:
150 g di farina 00 di forza
20 g di lievito di birra
80 g latte

Impastare velocemente in una ciotola e far lievitare fino al raddoppio(circa 1 ora)

per l'impasto:
450 g di farina
200g di acqua
3 tuorli
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 limone (scorza)
100 g di burro a temperatura ambiente (per l'impasto)
50 g di burro fuso (per ungere le palline)

per la glassa:
150 gr zucchero al velo (io ho usato zucchero semolato)
3-4 cucchiai di chiara d'uovo (ne ho usato forse un po' di più)
1 cucchiaio di rum

In una ciotola sciogliere il lievitino con l'acqua, aggiungere i tuorli (...), poi tutti gli altri ingredienti, tenendo per ultimo il burro.
Lavorare per circa 8/10 minuti, finché l'impasto si staccherà dalle pareti della ciotola, metterlo sul tavolo, batterlo sollevandolo con le due mani e scagliandolo sul tavolo...
oppure fate tutto quanto con l'impastatrice come ho fatto io: mescolate gli ingredienti con la foglia e poi incordate con il gancio...
come consigliano le Simili, lasciate l'impasto morbido! far lievitare per un'ora. 
Rovesciare l'impasto sul tavolo e lavorare brevemente e molto velocemente, poi formare 16 palline.
Tuffare le palline nel burro fuso e disporle in una teglia rotonda di circa 26 cm di diametro.
Coprire a campana e fare  lievitare per 25-30 minuti.
Cuocere nel forno a 200° C per circa 30 minuti.

A questo punto le Simili suggeriscono di sfornare e spennellare la torta con la glassa quando questa è tiepida. Io ho preferito spennellare e rimettere in forno la torta per cinque minuti in modo da cuocere l'uovo presente nella glassa.
Buona buonissima! quasi quasi m'è tornata la voglia di cucinare...miracoli delle Simili o...dell'autunno che si avvicina!!!

13 commenti:

  1. Quel"scagliandola sulla tavola",mi fa venire in mente che impastare un pochino mi farebbe un gran bene!!:)
    Dire che è una torta deliziosa è dir poco!!Sublime direi!!Ciao "panciona"bella alla prossima e pazienza!!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia!!! Ti confesso che la descrizione dell'impastio mi intriga parecchio!!! Che dire? Segno e farò... e ti farò sapere!!! Baci e...carezzina al pancione!!!

    RispondiElimina
  3. Gnam! Mi ispira un sacco!! :-)

    RispondiElimina
  4. Sarà stato un frulla ed impasta, am evidentementye ci aveva preso l'abitudine!! e poi..vuol dire che non sforni più piccole e grandi dolcezze!
    Probabilmente la gravidanza ti tiene già occupata a sufficenza eh?!
    Ma ti sei rifatta con questa tortina! dolcissima e zuccherina, e moolto soffice, insomma ci sembra un'ottima idea per la colazione!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. Tesoro, mi immagino com'è stato per te passare questi giorni in un tale caldo, ci credo che non avevi voglia di accendere il forno, noi nemmeno i fornelli a dire il vero. Ormai ci sei quasi, manca pochissimo, spero che tu sia tranquilla e serena perchè davvero il parto è un'esperienza bellissima, quindi vivitela senza paura e senza lasciarti impanicare da nulla, farà tutto il tuo piccolino e tu dovrai solo ascoltare l'ostetrica. Sono felice per te, tanto!
    Ma veniamo a questa torta delle Simili che non conoscevamo, ci hai talmente incuriositi che adesso la proveremo a fare anche noi, tanto domani accendiamo il forno per il pane!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  6. In effetti con questo caldo... ma la torta è proprio bella!
    Saluti
    Evelin

    RispondiElimina
  7. Devo fare un discorsetto a quel fidanzato...
    Quel dolce è davvero da urlo!
    Ne prendo una porzioncina e vado.......

    RispondiElimina
  8. Buona la conosco ed è davvero buona ,ciao

    RispondiElimina
  9. il caldo stronca hai fatto benissimo, la torta ti è venuta molto bene si vede dalla foto è lieviatta benissmo

    RispondiElimina
  10. Fantastica, le simili sono una certezza ma tu non fai fatica! ciao marica

    RispondiElimina
  11. mmmmmmmmmmmh......... mi piace!! E' proprio la ricetta che fa al caso mio... Grazie per averla postata, ha un asetto delizioso.
    bacioni
    micio

    RispondiElimina
  12. grazie ragazzi! scusate se non riesco a venirvi a trovare tutti, ma sono parecchio impegnata ultimamente :(

    RispondiElimina

fammi sapere cosa ne pensi!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...