venerdì 27 luglio 2012

La focaccia pugliese come Paoletta insegna



Copiare o non copiare: questo è il problema. Eh già, perché tra foodbloggers impazza questa domanda...
molte di noi cercano di inventare ricette sempre nuove, ma che poi, dopo una rapida ricerca su internet si rivelano molto spesso già esistenti, con somma frustrazione! e allora via libera a rivisitazioni, modifiche, ricerche di perfezionamenti e variazioni non sempre di successo. L'importante però, la regola numero uno, di chi ama fare e rifare ricette di ogni dove è CITARNE LA FONTE, come si faceva a scuola!
Purtroppo ad offuscare il lavoro (si, anche postare due righe su un blog è un lavoro, per molte non retribuito, se non da qualche chilo in più...) delle foodbloggers ci sono persone che "giocano sporco", che utilizzano ricette e foto "in libertà", senza citare l'autore o, peggio ancora, spacciandole per proprie. Non potete immaginare quanto vasto sia ormai questo fenomeno... a proposito, se volete essere sicuri dell'autore di una foto, google images offre uno strumento in più da alcuni mesi a questa parte: basta trascinare la foto che vi interessa sulla barra di ricerca di google images e vi dirà dove e quando la foto è stata pubblicata...

Tutto questo preambolo per dirvi che quella che vi posto è una ricetta copiata :) dalla mia maestra Paoletta e sebbene la mia copia non è certo bella come la sua  ma è davvero buona e per questo ci tengo a postarvela! provatela!!!

Io ho fatto delle piccole modifiche, avendo preferito usare una maggiore percentuale di farina di semola di grano duro e vi posto la mia "versione" :)
Ingredienti:


  • 500 gr farina 00 
  • 200 gr farina di semola di grano duro
  • 500 ml di acqua
  • 40 gr di olio extravergine di oliva
  • 15 gr sale fino
  • 15 gr lievito di birra
  • una patata lessa piccola (circa 100 gr)
  • pomodori ciliegino
  • origano
  • sale grosso
Versiamo entrambe le farine nella ciotola della nostra impastatrice insieme a 400 ml d'acqua in cui abbiamo disciolto il lievito. Impastiamo con il gancio K per alcuni minuti e aggiungiamo la restante acqua con il sale disciolto.
Una volta che la massa è impastata, aggiungiamo la patata lessa schiacciata e l'olio. Finiamo di lavorare l'impasto (dovrà essere ben incordato).
Facciamo lievitare per un'ora e mezza, due (a seconda del caldo...) e poi rovesciamo sul piano di lavoro infarinato e facciamo le pieghe di Adriano del primo tipo. Lasciamo lievitare per 20-30 minuti e infine spezziamo in due l'impasto e disponiamolo in due teglie, ungendoci per bene le mani d'olio.
Affondiamo i pomodori tagliati in due nell'impasto e cospargiamo di origano e sale grosso.
Dopo 20 minuti inforniamo a 250° (il mio forno non ci arriva...) in forno ben caldo.
Buon appetito (pure che non si dice...)!


20 commenti:

  1. Eh già... tutto questo è davvero fastidioso!!! Ma questa focaccia è davvero bella e buona ;)

    RispondiElimina
  2. Mammamia che focaccia deliziosa. Sembra soffice e fatta alla perfezione. Vorrei provare a farla anch'io! Buon weekend!

    RispondiElimina
  3. Una focaccia niente male. complimnti.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! sei sempre molto carina!

      Elimina
  4. hai ragione ed è una partita persa con certe persone, ma, alla fine la correttezza vince non ti crucciare ... in ogni caso è molto vero che molte ricette sono simili, la cucina bene o male gira intorno a certi accostamenti, a volte succede che senza sapere si faccia la stessa ricetta in più persone... è bello presentare la propria perchè ognuno di noi da un'impronta diversa.. saranno le persone che ci leggono a scegliere ^^ e complimenti per la focaccia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su quello non c'è dubbio! sempre vince la correttezza!
      grazie mille!

      Elimina
  5. Copiare .. mi sa che è un vizio.. ma ormai non ci faccio nemmeno caso perchè tanto credo che non si riesca a inventare più nulla.. più o meno le ricette sono simili.. l'importante e metterci sempre una nota personale.. a volte citare tutte le fonti sembra impossibile.. chissà chi è stato il primo a inventare la pizza o la pasta con i funghi.. naturalmente sto esagerando ma per dire che molte ricette fatte e rifatte chissà da dove sono partite :)
    la tua pizza mi piace molto e Venosa (in basilicata) paese di mia mamma si fa così!!
    un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh, so bene dov'è Venosa! ho degli amici di quelle parti!
      un bacio!

      Elimina
  6. Bhe Stefania, non conosco la versione "originale" ma la tua focaccia è proprio bella, mette una fame!!! prima o poi devo provarla anch'io...nel caso ti citerò sicuramente :) Un bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai un giro nel blog di Paoletta! te ne innamorerai :)
      grazie mille!

      Elimina
  7. Quando la maestra è Paoletta allora il risultato è assicurato ... del resto bisogna sempre studiare e imparare dalle persone che più ci ispirano! Ottimissima questa fociaccia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre! e bisogna sempre migliorarsi!
      un bacio!

      Elimina
  8. Paoletta non sbaglia mai... come Adriano, io li adoro ^_^
    La tua focaccia è venuta benissimo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono due persone meravigliose! non solo per quello che sanno "fare" ma perché sono estremamente cordiali e sempre pronti a darti una mano!
      un bacio!

      Elimina
  9. Che bella focaccia hai fatto! e sicuramente deliziosa!

    il mio tallone d'Achille... la mangerei mattina, pranzo, merenda e cena.. Slurp!

    Se ti va di partecipare, abbiamo un contest in atto nel blog : "Un pic-nic in riva al mare"

    Ti aspettiamo!

    Lucy e Vanessa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per l'invito!!! vengo a sbirciare ;)

      Elimina

fammi sapere cosa ne pensi!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...